Walk For Life

daniela agazzi raffaele rambaldi ruthy alon valentina mannelli

Nel programma Walk For Life i bastoncini vengono usati non solo per garantire l'equilibrio ma anche per rivitalizzare le funzioni originarie delle braccia poiché vengono usate come le zampe anteriori di un quadrupede.

Trasmettendo la forza di rimbalzo dal terreno - generata per mezzo del piede che fa il passo così come dal braccio che lancia il bastoncino indietro - l'energia della forza mobilizzatrice raggiunge le scapole e le vertebre dorsali tra loro attivando e restaurando la vitalità da lungo dimenticata in questa area della schiena alta dell'uomo civilizzato spesso rigida, negletta e poco disponibile.

Spostando parte del peso del corpo sulle braccia i bastoncini permettono di ridurre la pressione dal suo abituale sostegno da parte di gambe e bacino e danno alla zona lombare e alle articolazioni delle anche un benefico sollievo e la possibilità di decomprimersi.

Usare i bastoncini da camminata potenzia l'andatura umana bipede con l'aumentata inerzia e propulsione. 

Agendo come estensioni delle braccia i bastoncini vanno giù a creare l'impatto col terreno, e, usando solo un minimo investimento di energia, producono un rimbalzo il cui impulso ha il potenziale di generare una maggiore forza mobilizzatrice di quella che può essere ottenuta quando usiamo solo le gambe.